Nodo di Rastignano, partiti i lavori per racchiudere 100 metri della ferrovia Bologna-Prato in una galleria artificiale

Opera principale del Lotto 2 che collega la rotatoria del "Trappolone" con la Fondo Valle Savena a sud del Ponte delle Oche

Immagine dell'opera
 

Sono cominciati sabato scorso i lavori di posa dei conci prefabbricati che andranno a costituire la galleria artificiale all'interno della quale saranno racchiusi 100 metri della linea ferroviaria “Direttissima Bologna – Prato”, nella zona del “Trappolone” a Rastignano. 

La galleria artificiale ferroviaria rappresenta l'opera principale, insieme al successivo viadotto che sovrappassa via Buozzi, la Futa e il torrente Savena, del Lotto 2 del Nodo di Rastignano, che collegherà l'esistente rotatoria in località Trappolone (Lotto 1 nel Comune di San Lazzaro) con la strada Fondo Valle Savena a sud del Ponte delle Oche.

I muri di contenimento del terrapieno del villaggio del “Trappolone” erano stati completati la scorsa primavera, mentre le fondazioni sono state realizzate in estate. I lavori vengono svolti nei varchi temporali concordati con RFI, poiché si opera sulla linea ferroviaria che deve essere mantenuta attiva.  

Un video dei lavori

 
 
Data di pubblicazione: 26-09-2023
Data ultimo aggiornamento: 13-10-2023
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy