Contatti stretti, tamponi e quarantene, trasporti... Guida all'avvio dell'anno scolastico

Le indicazioni operative della Regione per la riapertura in sicurezza delle scuole e il piano trasporti

Studenti all'entrata a scuola
 

L’individuazione dei “contatti stretti” in caso di presenza di un positivo. La durata della quarantena, per vaccinati e no. I tempi per l’esecuzione del tampone, e della riammissione in aula o in sezione. Per garantire, in Emilia-Romagna, l’avvio del nuovo anno scolastico e dei servizi educativi per l’infanzia nella massima sicurezza possibile.
È il filo conduttore che lega le indicazioni operative della Regione.
In un ambito lavorativo, quello del mondo dell’istruzione - università compresa - in cui il 95% del personale ha già ricevuto almeno una dose di vaccino.

Le misure sanitarie
Massima attenzione, dunque, alle misure di contenimento del contagio e di gestione di casi in ambito scolastico, con la mascherina obbligatoria in classe anche in presenza di un metro di distanza interpersonale. Per quanto riguarda l’attività di contact tracing (tracciamento), nel caso in cui ci sia un positivo il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl competente contatta il responsabile della struttura e referente Covid ed effettua l’indagine epidemiologica, verificando l’attuazione delle misure di prevenzione.

La quarantena, per i contatti stretti, è di 7 giorni dall’ultimo contatto con il caso se hanno completato il ciclo vaccinale da almeno 14 giorni, e si conclude con test molecolare o antigenico. Per i non vaccinati, o per coloro che hanno concluso il ciclo vaccinale da meno di 14 giorni, la durata della quarantena rimane di 10 giorni. Se il contatto stretto rifiuta il tampone, la quarantena è prolungata fino al 14^ giorno dall’ultimo contatto con il caso, e la riammissione alla frequenza avverrà anche in assenza di molecolare o antigenico.

Riammissione a scuola. Il caso confermato di Covid-19 rientra a scuola con l’attestazione del Dipartimento di Sanità Pubblica rilasciato dopo l’esito negativo del tampone molecolare eseguito al 10^ giorno dalla comparsa della positività o dei sintomi, che devono essere assenti da almeno 3 giorni. Se il test dovesse risultare ancora positivo – o in caso di tampone positivo negli asintomatici – va ripetuto dopo 7 giorni (17^ giorno). I casi ancora positivi, in assenza di sintomi da almeno 7 giorni, potranno interrompere l’isolamento dopo 21 giorni.

Scuola primaria e secondaria di 1°e 2° grado: identificazione dei contatti stretti
Cosa succede nella scuola primaria e secondaria di 1°e 2° grado in caso di presenza di un positivo? Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di competenza individua i contatti stretti, tra alunni e personale scolastico, che hanno vissuto una presenza prolungata e un’interazione significativa con il positivo nelle 48 ore precedenti l’esordio dei sintomi o l’effettuazione del tampone del caso confermato. Per tutti i contatti stretti individuati viene emesso un provvedimento di quarantena.

Gli alunni della classe che risulteranno contatti a basso rischio sospenderanno la frequenza e verranno sottoposti a tampone molecolare/antigenico. Saranno riammessi a scuola con esito negativo del tampone e obbligo dell’uso della mascherina chirurgica al banco per 10 giorni dall’ultimo contatto con il caso.

I docenti, se hanno rispettato le misure di prevenzione (mascherina e distanziamento), non sono individuati come contatti stretti ma devono comunque effettuare il test molecolare. Il rifiuto all’esecuzione comporta l’emissione del provvedimento di quarantena. Nel caso in cui ci sia un docente positivo, gli alunni delle classi coinvolte sospenderanno la frequenza fino all’esito negativo di test antigenico/molecolare effettuato dal Dipartimento di Sanità Pubblica. Tutto il personale scolastico, anche se vaccinato, deve continuare a rispettare i protocolli, aderire a programmi di screening ed è comunque considerabile contatto stretto in caso di iterazione con positivo confermato.

Servizi 0-3 e Scuole dell’infanzia: identificazione dei contatti stretti
Il Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda Usl di competenza individua come contatti stretti tutti i bambini compagni di sezione e il personale scolastico che ha vissuto una presenza prolungata e in interazione nelle 48 ore precedenti l’esordio dei sintomi nel caso positivo o l’effettuazione del tampone: per tutti loro viene emesso provvedimento di quarantena.
Sulla base degli esiti dello screening, il Dipartimento valuta se estenderlo ad altre classi/sezioni e, se ritenuto necessario, chiudere la scuola. Può inoltre, in ambiti territoriali con elevata circolazione del virus, proporre indagini a campione in ambito scolastico utilizzando test antigenici/molecolari. Per quanto riguarda i controlli, il rispetto della corretta applicazione dei protocolli in quest’ambito sono in capo ai dirigenti scolastici/responsabili delle strutture. Rispetto che potrà essere oggetto di verifica da parte dei Dipartimenti di Sanità Pubblica.

Il personale scolastico
In Emilia-Romagna la platea di chi lavora nell’ambito dell’istruzione (il personale, non solo docente, di scuola e università) è composta da 94.792 persone; al 30 agosto il 95% aveva già ricevuto almeno una dose e l’85,4% completato il ciclo vaccinale.  

Dal 13 settembre c’è l’obbligo di possesso ed esibizione del green pass anche per i genitori che entrano a scuola.

 

Tper, da lunedì 13 settembre entra in vigore l'orario invernale

Come sempre, con l'avvio della scuola entra in vigore l’orario “invernale” dei bus Tper. Da lunedì 13 settembre nel bacino metropolitano di Bologna saranno messe in servizio quotidianamente, nei giorni feriali dal lunedì al venerdì, 369 corse supplementari, che potenziano il consueto servizio invernale grazie all’impiego di 57 autobus in più (di cui 3 riserve) che vanno ad aggiungersi a quelli di norma in servizio nel pieno periodo scolastico. Di queste corse, 70 riguardano linee a servizio del circondario imolese, per un impiego di 13 bus. Il sabato, invece, le corse aggiuntive dell’intero bacino metropolitano bolognese sono 183 rispetto al normale servizio.

Ogni giorno addetti all’esercizio e verificatori di Tper monitoreranno le corse e soprattutto per rilevare eventuali criticità, in modo da poter intervenire per ricalibrare i servizi secondo necessità anche attraverso riserve di personale e di ulteriori bus a disposizione.
Una parte degli addetti operativi sul territorio potrà essere impiegata in attività di supporto all’utenza per evitare assembramenti, in particolare alle fermate all’uscita dei principali plessi scolastici, ma anche per aiutare a distribuire nel modo corretto i carichi di passeggeri sui mezzi a disposizione in caso di corse ravvicinate in successione.
A questo personale, si aggiungono i 70 addetti che nei sei depositi Tper si occupano della sanificazione quotidiana di ogni mezzo della flotta per la massima tutela della salute di utenti e operatori.
Anche in relazione al completo ricambio dell'aria interna dei veicoli garantito mediamente ogni 2-3 minuti per effetto degli impianti di aerazione e della frequente apertura delle porte, la normativa nazionale ha stabilito in zona bianca e gialla il limite di capienza all’80% del totale dei posti consentiti dalla carta di circolazione dei mezzi stessi.

Tper informa anche che la vendita di biglietti a bordo tramite conducente resta al momento sospesa come dall’inizio dell’emergenza pandemica; l'azienda, tuttavia, mette disposizione dell’utenza un ventaglio di soluzioni a tutto tondo per il reperimento di titoli di viaggio: sui bus delle linee urbane sono presenti emettitrici automatiche a monete e nella gran parte dei mezzi anche validatori ai quali è possibile pagare con carta di credito. Comodo e conveniente è poi l’acquisto di titoli per ogni relazione di viaggio, urbana o extraurbana a zone, con la bigliettazione elettronica. Attraverso l’app Roger, infatti, è possibile acquistare senza alcun sovrapprezzo e convalidare il proprio biglietto utilizzando lo smartphone. Roger, inoltre, rappresenta anche un vero assistente per la mobilità pratico e gratuito in quanto consente anche di verificare il livello di riempimento dei bus in arrivo e pianificare il proprio viaggio su bus e treni locali dell’intera regione.

Infine, il sito istituzionale di Tper ha una specifica sezione (tper.it/noicisiamo) dove vengono raccolte le informazioni utili sulla mobilità pubblica in tempo di Covid. Nella sezione Percorsi e Orari (www.tper.it/orari), selezionando linea di bus e data d’interesse, sono consultabili tutti gli orari aggiornati, comprendenti le corse supplementari frutto dei potenziamenti.

 
 
Data di pubblicazione: 09-09-2021
Data ultimo aggiornamento: 17-09-2021
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy