Aperta la Stanza Rosa di Sasso Marconi per donne e minori vittime di violenze

E' la terza struttura in città metropolitana dopo Castenaso e Persiceto

Immagine Stanza Rosa Sasso Marconi
 

In occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, è stata inaugurata a Sasso Marconi la Stanza Rosa, un nuovo spazio nella stazione dei Carabinieri, in via Kennedy 50, a servizio della città e del territorio dell’Unione Reno Lavino Samoggia.

Uno spazio adeguatamente attrezzato, dove donne e minori vittime di violenza possono denunciare i maltrattamenti subiti con la riservatezza necessaria e nel modo meno traumatico possibile.

Alla realizzazione della struttura hanno collaborato il Comando dei Carabinieri (che ha messo a disposizione gli spazi), IKEA Foundation (che ha fornito gli arredi) e l’Amministrazione comunale, che ha effettuato gli interventi edilizi necessari e acquistato i dispositivi audiovisivi di cui è dotata la stanza.

Si tratta della terza struttura di questo tipo a livello metropolitano, dopo quelle aperte a Castenaso e San Giovanni in Persiceto, con l'obiettivo di arrivare a coprire l'intero territorio realizzandone almeno una per ognuna delle 7 Unioni di Comuni. L'obiettivo del progetto stanza rosa promosso da Città metropolitana di Bologna e Comando provinciale dei Carabinieri, è di contrastare un fenomeno sempre più preoccupante che si manifesta soprattutto fra le mura domestiche.

 
 
Data di pubblicazione: 26-11-2020
Data ultimo aggiornamento: 03-12-2020
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy