Da Bologna al mare: cominceranno nel 2022 i lavori per la Ciclovia del Reno - ER19

I primi 42 chilometri si snodano lungo l'argine del fiume Reno, collegando Trebbo di Reno a San Vincenzo di Galliera


Sono oltre 40 i chilometri della nuova ciclovia che, percorrendo l'argine del fiume Reno e attraversando la storia, i paesaggi e la cultura della pianura bolognese, saranno realizzati dall'Unione Reno Galliera, con il contributo di Regione Emilia-Romagna, Citta metropolitana di Bologna e Comuni di Cento, Calderara di Reno e Sala Bolognese.

I lavori prenderanno il via nel 2022 e prevedono la realizzazione dei 42 km di Ciclovia del Reno ER19 che si snodano lungo l’argine del fiume Reno collegando Trebbo di Reno a San Vincenzo di Galliera per un costo di 1,6 milioni di euro, finanziati con risorse dei Fondi FSC 2014-2020: 400.000 euro dalla Regione Emilia-Romagna, 350.000 dalla Città metropolitana, 630.000 euro dagli 8 Comuni dell'Unione Reno Galliera, il Comune di Cento ha contribuito con 150.000 euro, Calderara con 70.000 e Sala Bolognese con 20.000 euro.
Sono sette i Comuni attraversati dal percorso: Calderara di Reno, Sala Bolognese e cinque degli otto comuni dell’Unione Reno Galliera (Castel Maggiore, Argelato, Castello d’Argile, Pieve di Cento e Galliera).
Il tracciato si innesta sulla rete della Bicipolitana recentemente potenziata con l'apertura del locale reticolo della linea 6 e all'altezza della località Lippo di Calderara, grazie al ponte ciclabile in corso di ultimazione sul fiume Reno, sarà possibile raggiungere la Ciclovia del Sole. 
Il progetto definitivo, condiviso da Regione Emilia-Romagna, Città metropolitana di Bologna, Comune di Calderara di Reno e Comune di Sala Bolognese, è stato approvato dall’Unione Reno Galliera nel 2019 ed è ora pronto per l’affidamento dei lavori e il successivo avvio dei cantieri previsto nel 2022.
L’opera darà luogo a un miglioramento strutturale del tracciato, con un fondo adeguato a ogni stagione e a ogni tipo di fruitore, e faciliterà il suo utilizzo con aree attrezzate per la sosta, segnaletica e supporti informatici di servizio.
Oltre a questi 42 km, la Ciclovia ER19 prevede la realizzazione di altri 68 km per raggiungere l’Adriatico collegando Bologna al mare.
Si tratta di una risposta concreta alla crescente domanda di mobilità alternativa che intende però anche promuovere la frequentazione dei luoghi e favorirne la conservazione nel tempo.

La fruizione leggera del territorio, in bici ma anche a piedi, consente di "riappropriarsi" di luoghi, paesaggi, testimonianze e tradizioni, ma anche di valorizzare e incentivare attività economiche legate al turismo enogastronomico e naturalistico – evitando le negative ricadute che un aumento del traffico veicolare comporterebbe.
Per illustrare la bellezza naturalistica del lungo tracciato, descriverne il potere evocativo - legato alle memorie che queste terre da sempre condividono con l'acqua -, e richiamare l'attenzione sull’importanza strategica per un futuro di sostenibilità e resilienza, l'Unione ha realizzato un video che a volo d’uccello abbraccia tutta l’area: dieci minuti di natura, campagna, acqua e argini, raccontati con le parole di Maurizio Garuti e la voce di Saverio Mazzoni, per la regia di Andrea Melloni.

Il video sarà visibile su tutti i canali web e social dell’Unione Reno Galliera e degli enti coinvolti e sarà proiettato anche a ExtraBO, a Bologna, in Piazza Nettuno.

Link: Unione Reno Galliera

 
 
Data di pubblicazione: 12-07-2021
Data ultimo aggiornamento: 13-07-2021
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy