Palazzo Malvezzi de' Medici partecipa a Bologna Portici Festival

Sabato e domenica visite guidate a cura del FAI e laboratori De.Co.

Banner DeCo
 

Palazzo Malvezzi de' Medici, in via Zambini 13, sede della Città metropolitana, partecipa alla seconda edizione di Bologna Portici Festival, la grande festa urbana lanciata nel 2023 dal Comune di Bologna per celebrare il prestigioso riconoscimento a uno dei suoi elementi più caratteristici e unici al mondo. 

Per l'occasione, il Palazzo apre le porte alle visite culturali condotte dai volontari dei FAI - Fondo per l'Ambiente Italiano, sabato e domenica dalle 10 all 13 (ultimo accesso alle 12.30), non serve la prenotazione. I visitatori potranno ammirare le sale del piano nobile, affrescate a metà Ottocento, e conoscere le vicende di una delle più antiche famiglie senatorie di Bologna, i Malvezzi.

Anche quest’anno il Festival offre l'opportunità di riscoprire e celebrare i saperi della tradizione, da custodire e tramandare. A quelli tutelati dalle De.Co., il riconoscimento di Denominazione Comunale d’origine, sono dedicati diversi appuntamenti a partire dall’“installazione narrante” Il Cuore nelle mani di Palazzo Malvezzi de' Medici, che racconta con parole e immagini le storie dei burattini di tradizione bolognese, delle merlettaie di Aemilia Ars, degli scalpellini della Valle del Reno e delle Ocarine, di cui si potranno scoprire origini e aneddoti e che saranno al centro di un talk con i maestri d’arte, tra cui Romano Danielli, in programma sabato 8 giugno alle 11 in piazza Rossini dal titolo "Gesti Antichi, Nuovi Sguardi. Storie e Saperi di Bologna", incontro a cura di Città metropolitana.

A partire dalle 16 in vari cortili di via Zamboni sarà, invece, possibile cimentarsi con i laboratori della tradizione e portarsi a casa un ricordo: scolpire le proprie iniziali, destreggiarsi nell’arte paziente del merletto producendo preziosi fiori intrecciati ad ago, imparare a costruire e animare un burattino e anche scoprire tutti i segreti per plasmare un’ocarina.

Per chi vuole imparare l'arte del merletto, l'appuntamento è sabato (dalle 16 alle 18) le sale di Palazzo Malvezzi ospitano il laboratorio "La danza delle mani", a cura di Il Merletto bolognese. Guidati dalle abilissime merlettaie, custodi della tradizione dell’Aemilia Ars, si potranno realizzare colorati e preziosi fiori di filo da applicare ad abiti e accessori: la tradizione diventa fashion! Su prenotazione: bit.ly/44Y8XQy
Domenica l'appuntamento si ripete, dalle 15 alle 17, sempre su prenotazione: bit.ly/44Y8XQy

L'iniziativa fa parte del programma di laboratori "Impara l’arte e mettila da parte. I laboratori della tradizione", sempre a cura della Città metropolitana, che promuove l'incontro fra i maestri degli antichi saperi, riconosciuti e tutelati con il marchio De.Co., e il pubblico in un pomeriggio di divertimento e conoscenza. Il programma dei laboratori che si terranno sabato:

ore 16.00 - 18.00 – Cortile di Palazzo Malvezzi Campeggi, via Zamboni 22

  • Come un guanto. Laboratorio a cura di Burattini a Bologna Aps
    Scopri come si indossano e animano i burattini della tradizione. Un laboratorio per grandi e piccini, alla scoperta del corpo del burattino, del suo movimento e della sua voce, nella magica atmosfera della Bottega dei Burattini di Riccardo, ricostruita per l’occasione. Non serve prenotarsi, basta mettersi in gioco.
  • Il Burazzo del mio Cuore. Laboratorio a cura di SIMURGH Aps – Compagnia Tarassaco Teatro
    Maglietta, maglione o vestito: rovista nel tuo guardaroba e vieni a trasformare il tuo capo d’abbigliamento nel tuo burattino a guanto.
    Su prenotazione | 2 turni (ore 16, ore 17): bit.ly/3KdGGvR
  • Triciclo teatro (installazione) e Progetto Utopia a cura di Teatrino a Due Pollici
    Trenta minuti di magia, per scoprire i materiali di scena e i segreti del mestiere di burattinaio/a, le tecniche di costruzione e i diversi linguaggi del teatro di figura: burattini, marionette, pupazzi, ombre e sagome.
    A seguire Utopia, spettacolo per un solo spettatore (alla volta), ci fa riflettere su giudizi e pregiudizi grazie ad un teatro in miniatura e ad una storia di pochi minuti. Per bambini dai 10 anni in su. Spettacolo su prenotazione: bit.ly/3yySFkY
  • Costruiamo un burattino? Laboratorio a cura di Teatrino dell'ES.
    Coni di cartone, bottoni, pannolenci, lana, stoffa e un po’ di fantasia: vieni e impara la costruzione di burattini con materiali di recupero. Per bambini dai 6 anni in su. Su prenotazione: bit.ly/4e51bbQ
  • Fagiolino e la Strega Perfidia a cura di I Burattini di Mattia
    Uno spettacolo per grandi e piccini, per credere che il bene può vincere sempre. La strega Perfidia vuole portare zizzania tra gli uomini, perché nel mondo regni la cattiveria e la malvagità, ma Fagiolino impedirà che ciò accada.
    Repliche ogni 30’

 

Conservatorio di Musica Giovan Battista Martini, Piazza Rossini 2

  • ore 16.00-18.00 - Costruire un’ocarina: dallo stampo allo strumento, a cura di Società cooperativa sociale Arcobaleno.
    Gesso, argilla, stampi, modellazione e ogni altro segreto… un percorso per scoprire tutte le fasi di costruzione di questo prezioso strumento tradizionale.
  • ore 16.00 - 17.30 - Suoniamo l’ocarina! a cura di Laboratorio Associazione Diapason – Progetti musicali Aps
    Dopo una breve introduzione storica sull’Ocarina, il laboratorio sarà l’occasione di mettersi alla prova con lo strumento: imparare le note sull'ocarina, eseguire semplici melodie, approfondire le tecniche di respirazione e insufflazione e molto altro.
    Su prenotazione: bit.ly/4dQAvLJ
  • ore 17.30 - Al termine del laboratorio performance musicale, a cura del settimino di ocarine Ocarina Ensemble Budrio (OEBU).

 

Cortile dell’Accademia delle Belle Arti di Bologna, via delle Belle Arti 54

  • ore 16.00-19.00 - Alle pendici di Montovolo. Scolpire la pietra arenaria, a cura di Associazione Fulvio Ciancabilla Aps
    Un doppio laboratorio, per cittadini che vogliano cimentarsi con arenaria e scalpello e studenti dell’Accademia.
    Un’occasione unica per scolpire le proprie iniziali su pietra arenaria, guidati da abilissimi scalpellini, custodi della tradizione nata nella Valle del Reno. Nel maestoso cortile del Terribilia, anche gli studenti saranno al lavoro nella composizione delle proprie tavole.
    Su prenotazione, orari scaglionati: bit.ly/3UTL1sU
 
 
Data di pubblicazione: 04-06-2024
Data ultimo aggiornamento: 07-06-2024
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy