Settimana della legalità: la iniziative sul territorio in occasione della Giornata della Memoria e dell'Impegno contro le mafie

In piazza Nettuno a Bologna esposti i resti dell'auto della scorta di Falcone esplosa a Capaci. Il 25 marzo seduta solenne congiunta dei Consigli metropolitano e comunale

Manifestazione di Libera. Foto dal sito https://www.libera.it
 

Ogni 21 marzo dal 1996 si celebra la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. L'evento è stato voluto dall'associazione Libera che ha scelto il primo giorno di primavera, giorno di risveglio della natura, come occasione per rinnovare la primavera della verità e della giustizia sociale.
I Comuni della città metropolitana partecipano all'iniziativa con deposizioni di corone, incontri, spettacoli teatrali.

Le iniziative Terramia coltura/cultura di Libera
Domenica 20 marzo, Libera Bologna ha organizzato, in collaborazione con Anpi Marzabotto, Comitato Regionale per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto, Ente Parchi Emilia Orientale e Porta Pazienza, con il patrocinio del Comune di Marzabotto, una giornata di eventi nel parco Storico di Monte Sole: alle 9.30 trekking da Pian di Venola, alle 11.30 ritrovo presso il Centro visite Il Poggiolo, alle 12 lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie presso la Chiesa di Casaglia e pranzo di comunità con il food truck di Porta Pazienza. A seguire concerto di Cande Marzinotto.
Lunedì 21 marzo a Porta Pazienza in via Pirandello 6, dalle 18.30, Libera organizza anche a Bologna una lettura dei nomi delle vittime innocenti delle mafie. A seguire cena a prenotazione obbligatoria.
Per info e prenotazioni di entrambi gli appuntamenti: amministrazione@liberabologna.itwww.liberabologna.it

Giovedì 24 marzo dalle 18, Bologna ospita Quarto Savona Quindici in Piazza Nettuno.
Quarto Savona Quindici è il nome in codice assegnato all’auto di scorta del giudice Giovanni Falcone, sulla quale viaggiavano Antonio Montinaro, Rocco Dicillo e Vito Schifani. I resti dell’auto, rimasta coinvolta nella strage di Capaci, saranno esposti fino a domenica 27 marzo.
Interventi di: Matteo Lepore, sindaco del Comune di Bologna e della Città metropolitana; Attilio Visconti, Prefetto di Bologna; Stefania Pellegrini, docente dell’Università di Bologna e direttrice del master in Gestione e riutilizzo di beni e aziende confiscati alle mafie. Pio La Torre e Tina Montinaro, presidente dell'associazione Quarto Savona 15 e vedova di Antonio, caposcorta del giudice Falcone.

Sempre giovedì 24 marzo, alle 16.30, in occasione della presentazione della Quarto Savona Quindici, la commissione consiliare "Scuola, antimafia, legalità democratica, coesione sociale, cultura e giovani, Europa e attività internazionali" si riunisce in Piazza Nettuno per la trattazione dell’udienza conoscitiva promossa dal presidente Maurizio Gaigher sul tema della memoria delle vittime di mafia.

La mattina del 24 marzo, alle 10.30 in Cappella Farnese a Palazzo d’Accursio, l'incontro tra Tina Montinaro e le Scuole bolognesi.
Tina Montinaro, presidente dell'associazione Quarto Savona 15 e vedova di Antonio, caposcorta del giudice Falcone, incontra le delegazioni dei Licei Minghetti, Copernico e Fermi di Bologna.

Venerdì 25 marzo alle 11, in Sala del Consiglio a Palazzo d’Accursio, seduta solenne congiunta dei Consigli comunale e metropolitano di Bologna dedicata alla Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.
Dopo i saluti e introduzione Maria Caterina Manca, presidente del Consiglio comunale, gli interventi di: Stefano Amore, curatore del libro “I Ritratti del Coraggio”, Magistrato assistente di studio presso la Corte costituzionale; Fausto Cardella, già Procuratore Generale di Perugia; Ambra Minervini, Vice Presidente nazionale Associazione Vittime del Dovere; Ignazio De Francisci, già Procuratore Generale di Bologna; Andrea Giagnorio, referente Libera Bologna. Le conclusioni saranno affidate a  Matteo Lepore, Sindaco del Comune di Bologna e della Città Metropolitana. La seduta sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna.

Inoltre, ad Anzola dell'Emilia Matilde Ristorazione fornirà la "Pasta Biologica Caserecce Libera Terra" nella giornata di venerdì 25 Marzo per tutti gli ordini di scuola dell’Istituto Comprensivo “De Amicis”.

Lunedì 21 marzo a Casalecchio di Reno César Brie torna al Teatro Betti con “Nel tempo che ci resta”, spettacolo di teatro civile con una ricostruzione di “ciò che è accaduto e di ciò che continuerà ad accadere”. Replica per le scuole martedì 22 marzo.
Mercoledì 23 marzo Galliera organizza - in collaborazione col Presidio di LIBERA del Centopievese e il patrocinio di Avviso Pubblico - un incontro con Giovanni Impastato, custode della memoria storica della vita del fratello Peppino. Alle 18.30 è prevista una visita alla "Tribuna della Legalità" al campo sportivo di via della Pace a San Venanzio. Successivamente, alle 19 nell’atrio del Municipio si terrà un momento istituzionale alla presenza del Consiglio Comunale, cui saranno presenti Mara Biondi, referente del Presidio di Libera del Centopievese e Elena Ciravolo, cittadina onoraria di Galliera e presidente di bene confiscato alla mafia.
Dopo il saluto del sindaco, Stefano Zanni, seguirà l'intervento di Giovanni Impastato, che nella serata (ore 20.45) parteciperà all'evento organizzato dall'Amministrazione comunale di Castello d'Argile per la presentazione del libro “Mio fratello. Tutta una vita con Peppino” (Libreria Pienogiorno 2021), che si terrà nella Sala polifunzionale "Non ti scordar di me" di via del Mincio. Interverranno anche il sindaco Alessandro Erriquez, condurrà l'incontro Roberta Bussolari, già referente regionale di Libera.
A Ozzano dell'Emilia domenica 27 marzo è in programma l'incontro "Le mafie sono qui: dobbiamo combatterle!" è promossa da Anpi - Arci - Spi-Cgil di Ozzano (ore 17 in sala Primavera). Oltre al sindaco Luca Lelli interverranno, Paolo Bonacini, giornalista, autore del libro “Le cento storie di Aemilia”, il più grande processo italiano alla ‘ndrangheta, Mirto Bassoli, segretario CDLM - CGIL Bologna, Stefania Pellegrini, docente Università di Bologna che ha attivato il primo corso di “Mafie e Antimafie” in una scuola di Giurisprudenza e Lucia Musti, Procuratore Generale f.f. di Bologna.

Link: Libera.it

 
 
Data di pubblicazione: 18-03-2022
Data ultimo aggiornamento: 22-03-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy