E.lette, la lettura aumentata per un Safe Space intersezionale e itinerante

I prossimi eventi il 17-18-19 giugno al Centro delle donne di Bologna e biblioteca di San Giorgio di Piano

Particolare della locandina
 

E.lette è un progetto che parte dall’idea di promuovere e rinforzare safe space itineranti costruiti attorno al libro e alla condivisione e supporto in luoghi anche non tradizionalmente deputati alla promozione alla lettura o comunque lontani dai grandi centri culturali e urbani.

Con il progetto E.lette le occasioni create attorno al libro e alle sue pratiche - dai gruppi di lettura ai laboratori di scrittura- si adattano e si rimodulano a seconda delle caratteristiche di un territorio ampio, mutevole e mai statico, che prende il respiro metropolitano congiungendo idealmente i territori di montagna con la pianura bolognese.

Il progetto è promosso dall’associazione Orlando, in rete con l’associazione SassiScritti, l'associazione Falling Book, il Comune di San Giorgio di Piano, l’Unione dei Comuni dell’Appennino bolognese, CPIA Montagna accanto al Centro documentazione donne di Bologna e sostenuto da un finanziamento relativo al Bando Pari Opportunità della Regione Emilia Romagna per il biennio 2021/22.

In questa sua seconda edizione la rassegna sarà dedicata al confine orientale con un focus sul conflitto in Ucraina visto attraverso la lente delle scritture delle donne. Scritture che varcano i confini, anche quelli tra le diverse forme di arti e performatività andando a indagare l’agire artistico di Mariia Proshkovska presente a Bologna grazie a un'edizione speciale dedicata all'Ucraina del Programma di Residenze ROSE del MAMbo - Museo d'Arte Moderna di Bologna, il reportage giornalistico inedito di Alessandra Coppola con le foto di Pietro Masturzo e la scrittura di finzione di Ivana Sojat.
In collaborazione con il Comune di San Giorgio di Piano, a cura di Alessandra Sarchi, la rassegna prevede la collaborazione con la biblioteca civica di San Giorgio di Piano, l’associazione Falling Book e il Cddb/Biblioteca Italiana delle donne e si svolgerà nelle giornate di venerdì 17 giugno, sabato 18 e domenica 19.
Il calendario è in corso di definizione e tutti i dettagli si trovano sul sito www.woman.it

Nella specificità del territorio dell’Appennino bolognese l’associazione SassiScritti crea e potenzia spazi di incontro e dialogo sulle questioni che soggiacciono alla violenza di genere attraverso varie azioni: laboratori di scrittura per donne migranti e percorsi creativi di fotografie per giovani (in collaborazione con CPIA Montagna), trasmissione radiofonica di approfondimento su donne e autismo (in collaborazione con Radio RDM), pubblicazioni sia su blog che cartacee, un cineforum in classi di adolescenti (in collaborazione con Polo Scolastico Montessori-Da Vinci)

Il Centro di documentazione delle Donne di Bologna opera attraverso la creazione di strumenti di rilievo dei bisogni espressi a livello urbano ed extraurbano in merito all’educazione sessuale ed emotiva/relazionale in età evolutiva e adulta costruendo percorsi di indagine attraverso questionari, interviste, anche in collaborazione con le agenzie educative toccate dalle diverse azioni del progetto.


Per informazioni press@woman.it

Tel: 051/4299417



 
 
Data di pubblicazione: 26-05-2022
Data ultimo aggiornamento: 26-05-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy