"Enzo Biagi: il primo giornalista 'multimediale' del Novecento"

Al via il 25 aprile una serie di iniziative a Pianaccio per ricordare la sua opera

La macchina da scrivere di Enzo Biagi
 

Le interviste, le inchieste, i libri e i numerosi programmi di approfondimento condotti da Enzo Biagi, ritenuto figura fondamentale del racconto del ‘900, saranno al centro delle iniziative che si svolgeranno al centro Documentale Enzo Biagi di Pianaccio (suo luogo di nascita) a partire dal 25 aprile.
Prosegue l'impegno dell'Amministrazione comunale di Lizzano in Belvedere nel promuovere una serie di incontri per raccontare la storia di “Enzo Biagi: il primo giornalista ‘multimediale’ del Novecento”, quale personaggio televisivo, radiofonico, scrittore, autore televisivo, presente in Internet con la trasmissione “Il Fatto di Enzo Biagi” (uno dei primi siti della Rai).

Primo appuntamento in programma, dunque, lunedì 25 aprile (dalle 15,30 alle 17,30), "L’editto bulgaro 20 anni dopo". L’incontro (aperto alla cittadinanza) si terra al Centro Documentale Enzo Biagi di Pianaccio in presenza e online (diretta streaming su Facebook del Comune Lizzano in Belvedere).
Interverranno
Bice Biagi (giornalista già vicedirettrice di “Oggi”, direttrice di “Novella 2000” e “Intimità”, socia-fondatrice Associazione Enzo Biagi)
PIF-Pierfrancesco Diliberto (attore, regista e conduttore tv) in collegamento da Milano dalla Festa nazionale della Liberazione organizzata dall’ANPI.
Loris Mazzetti (già dirigente Rai, giornalista, scrittore, portavoce Articolo21 E-R, docente UNIMORE, socio-fondatore Associazione Enzo Biagi)
Sigfrido Ranucci (giornalista-conduttore Report-Rai3)
Marco Travaglio (direttore del Fatto Quotidiano)
Daniele Luttazzi (comico, conduttore tv, scrittore e autore)
Beppe Giulietti (presidente FNSI, già portavoce nazionale Articolo 21).

 

A seguire, venerdì 4 giugno (dalle ore 11 alle 13) “Enzo Biagi, il primo giornalista ‘multimediale’ del Novecento”.
L’incontro, aperto alla cittadinanza, si terrà al Centro Documentale Enzo Biagi di Pianaccio in presenza e online (diretta streaming su Facebook del Comune Lizzano in Belvedere).
Attraverso l’analisi dell’opera di Enzo Biagi, il seminario si propone di ricordare l’importanza della figura di “mediatore” del giornalista (che racconta il fatto così come è avvenuto) e di come tale professione debba incentrarsi sulla deontologia professionale e sull’altissimo spirito etico per rappresentare un vero valore aggiunto per la nostra società, soprattutto in un momento delicato come quello contemporaneo caratterizzato dalla disinformazione e dalle fake news.

Moderatore
Giorgio Tonelli (giornalista, già caporedattore TgR Emilia-Romagna)
Saluti e introduzione Paolo Maini (Consigliere con delega alla Cultura Comune Lizzano in Belvedere, socio-fondatore Associazione Enzo Biagi)
Silvestro Ramunno (Presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Emilia-Romagna)
Relatori
Angelo Varni (professore emerito e autore della laudatio per la Laurea ad honorem conferita a Biagi nel 1997 all’Università di Bologna)
Giuseppe Giulietti (presidente FNSI già portavoce nazionale Associazione “Articolo21 Liberi di”)
Massimo Gramellini (giornalista “Corriere della sera”, scrittore e conduttore “Le Parole” Rai3)
Loris Mazzetti (già dirigente Rai, scrittore e portavoce Articolo21 Emilia-Romagna, socio-fondatore Associazione Enzo Biagi)
Pino Corrias (giornalista, scrittore, dirigente Rai).

Martedì 9 agosto
“Il 9 agosto 1920 a Pianaccio nasceva Enzo Biagi”
L’incontro, aperto alla cittadinanza, si terrà al Centro Documentale Enzo Biagi di Pianaccio in presenza e online (diretta streaming su Facebook del Comune Lizzano in Belvedere).
Al Centro Documentale Enzo Biagi sono arrivati in convenzione con Teche Rai i programmi del grande giornalista in forma digitale.
Bice e Carla Biagi raccontano com’è stato vivere accanto al giornalista più popolare; Carlo Verdelli, direttore di “Oggi” all’epoca vicedirettore del Corriere della sera e Loris Mazzetti già capostruttura Rai1 e regista di molti programmi del grande giornalista, raccontano la loro esperienza a fianco di Enzo Biagi.

Infine, mercoledì 10 agosto a Pianaccio va in scena “Quante trame di vita” di Carlo Albè. Spettacolo teatrale dedicato a Enzo Biagi con Carlo Albè e la Gang.


Le iniziative sono organizzate in collaborazione con l’Associazione Articolo 21 Liberi di, il sostegno della Città metropolitana di Bologna, il Patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia-Romagna e dell’ASER, unitamente all’Associazione Enzo Biagi Pianaccio, e dell’Università di Modena Reggio Emilia UNIMORE.

Link: Lizzano in Belvedere

 
 
Data di pubblicazione: 22-04-2022
Data ultimo aggiornamento: 21-04-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy