Firmato il contratto per l'appalto integrato della Linea Rossa del tram

Nasce la cabina di regia per il tram guidata dal sindaco Lepore

Rendering linea rossa tram
 

Si è tenuta giovedì 28 luglio la sottoscrizione formale del contratto, dopo l’aggiudicazione dell’appalto integrato avvenuta il 13 maggio scorso, per la progettazione esecutiva e l'esecuzione dei lavori per la realizzazione della prima linea tranviaria di Bologna (Linea Rossa: Borgo Panigale-Fiera Michelino-Facoltà di Agraria) con il costituito raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) composto da C.M.B. Società Cooperativa (mandataria), ALSTOM FERROVIARIA S.p.A. (mandante), PAVIMENTAL S.p.A. (mandante), ALSTOM TRANSPORT S.A. (mandante) per un importo di 320.517.902,49 euro (di cui 3.123.214,03 euro per la progettazione esecutiva e 317.394.688,46 euro per i lavori) al netto del ribasso offerto del 4,46%, oltre ad oneri previdenziali e fiscali. 

Il raggruppamento temporaneo di progettazione (RTP) indicato dal concorrente ai fini dell’espletamento dei servizi di progettazione esecutiva dell’opera, è costituito da: TECHNITAL S.p.A. (capogruppo), SDA PROGETTI Associazione Professionale Ingegneri, TECNOPOLIS Soc. Coop., ArchlandStudio di Arch. Lorenzo Vallerini, AR/S ARCHEOSISTEMI SOCIETA’ COOPERATIVA, ALSTOM Ferroviaria S.p.A., ALSTOM TRANSPORT S.A.

Il 9 giugno 2022 è stato sottoscritto tra il Comune e l’RTI con CMB mandataria il verbale per l’avvio d’urgenza delle prestazioni. Pertanto il tempo utile per l’esecuzione delle prestazioni oggetto dell’appalto decorre dal 10 giugno 2022.

In particolare il progetto esecutivo, completo in ogni sua parte, deve essere consegnato al Comune per l'approvazione entro 180 giorni dall’avvio delle attività e pertanto entro il 6 dicembre 2022. L’appaltatore redigerà il progetto esecutivo in continuità progettuale con il progetto definivo approvato recependo nello stesso tutte le prescrizioni riferibili alla progettazione esecutiva.

A settembre 2022 si prevede inoltre di pubblicare la gara a procedura aperta per l’affidamento dei servizi di direzione lavori e coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e di collaudo tecnico-amministrativo, contabile, statico e funzionale in corso d’opera.
Successivamente alla consegna del progetto esecutivo e alla conclusione delle attività di verifica dello stesso si procederà alla sua approvazione e, una volta aggiudicata la direzione lavori, si potrà dare avvio alla realizzazione dell’opera.
Sulla base del quadro descritto l’inizio dei lavori è previsto avvenga nei primi mesi del 2023 e l’ultimazione entro il 2026.
Si ricorda che sono già state ottenute le risorse sia per la realizzazione dell'opera che per la fornitura del materiale rotabile: complessivamente si tratta di circa 509,64 milioni di euro (di cui 151,02 milioni di fondi PNRR e i restanti assegnati a valere sui fondi statali destinati ai sistemi di trasporto rapido di massa).

NASCE LA CABINA DI REGIA PER IL TRAM GUIDATA DAL SINDACO LEPORE
In occasione della sottoscrizione del contratto per la realizzazione della linea rossa del tram, si è tenuta giovedì 28 luglio la prima riunione della cabina di Regia presieduta dal sindaco Matteo Lepore e alla presenza del Ministro Enrico Giovannini, alla quale partecipano le aziende del raggruppamento temporaneo di imprese e che vedrà successivamente l’allargamento anche ai soggetti istituzionali e alle società partecipate, coinvolti in ragione delle priorità e degli ambiti di azione dell’opera. Si tratta di uno strumento agile che avrà la funzione di esercitare un monitoraggio costante sull’esecuzione dei lavori e di intervenire tempestivamente in tutti i casi in cui la realizzazione dell’opera dovesse incontrare possibili rallentamenti. 
Oltre al ministro Giovannini e al sindaco Lepore, affiancato dal Direttore Generale e dai tecnici del Comune, hanno preso parte alla prima riunione della cabina di Regia: il vicepresidente Roberto Davoli, l’ing. Luciano D’Onofrio e l’arch. Federico Sarti per C.M.B. Società Cooperativa (mandataria); gli ingegneri Massimo Bellucci, Massimo Maggioni, insieme alla dottoressa Gaia Mazzon per Alstom Ferroviaria Spa; l’avv. Amedeo Gagliardi, presidente di Pavimental Spa, insieme all’amministratore delegato Alfredo Cullaciati e il responsabile commerciale Paolo Capelli.

IL PUNTO SULLE ALTRE LINEE TRANVIARIE
Oltre alla prima linea tranviaria (Linea Rossa) prevista dal PUMS vigente, il Comune sta sviluppando la progettazione di altri tratti di linee tranviarie che compongono la rete pianificata.
Linea Verde (tratto nord – direttrice Bologna-Corticella-Castel Maggiore): anche quest’opera risulta già finanziata: al Comune di Bologna sono stati infatti assegnati 222,14 milioni di euro, comprensivi del materiale rotabile, a valere sui fondi PNRR messi a disposizione per la realizzazione di sistemi di trasporto rapido di massa.
Il Comune ha sviluppato e approvato il progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’opera che è stato oggetto, negli scorsi mesi di aprile e maggio, di una serie di incontri e di altri momenti di presentazione alla cittadinanza.
A settembre si prevede di avviare la procedura di screening e di pubblicare la gara per l’affidamento del servizio di progettazione definitiva dell’opera.
Allo stato attuale l’obiettivo, per rispettare le tempistiche imposte dal PNRR, è di aggiudicare la realizzazione dei lavori della linea entro dicembre 2023. Conseguentemente i lavori dovrebbero svolgersi tra il 2024 e il 2026.
Linea Blu (tratto sud-ovest – direttrice Bologna-Stadio Dall’Ara-Casalecchio di Reno): per la linea è stata effettuata, nei mesi scorsi, la procedura di gara per l’affidamento del servizio di progettazione di fattibilità tecnica ed economica dell’opera. Tale procedura si è conclusa con l’aggiudicazione, con determinazione dirigenziale PG. 360357 del 7 giugno 2022, al costituendo raggruppamento temporaneo con SYSTRA-SOTECNI S.p.A. (Mandataria) e ARCHITECNA ENGINEERING S.r.l. - ADYTON INGEGNERIA S.r.l. semplificata - SOCIETA' COOPERATIVA ARCHEOLOGIA - AMBIENTE S.p.A. - Andrea Spinosa - V.D.P. S.r.l. - STUDIO MATTIOLI S.r.l. - GO MOBILITY S.r.l. (Mandanti), per l'importo complessivo al lordo di oneri previdenziali e fiscali, al netto del ribasso offerto del 32,20%, pari a euro 1.153.419,37. Tali risorse sono state ottenute dal Comune di Bologna attraverso il Fondo Progettazione Opere Prioritarie messo a disposizione dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Per contro l’Amministrazione non dispone al momento di finanziamenti destinati alla realizzazione di quest’opera. Attualmente sono in corso le attività amministrative per l’affidamento del suddetto servizio di progettazione di fattibilità tecnica ed economica: una volta stipulato il contratto il tempo previsto per lo svolgimento e la conclusione del servizio è previsto in 270 giorni.

 

 
 
Data di pubblicazione: 28-07-2022
Data ultimo aggiornamento: 28-07-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy