Con “Naturalmente Imola” il patrimonio naturalistico e artistico della città diventa protagonista

Dal 30 aprile al 31 maggio decine di appuntamenti fra incontri, visite guidate e laboratori


 

Ventiquattro visite guidate, in parchi pubblici e giardini privati, nove incontri per approfondire i temi legati alla natura, dieci laboratori per bambini, cinque mostre e ventisette stakeholder coinvolti. È questa la fotografia in cifre di “Naturalmente Imola”, la manifestazione che ritorna dal 30 aprile al 31 maggio, organizzata dal Comune di Imola con il patrocinio del Ministero della cultura, della Regione Emilia-Romagna e della Città metropolitana di Bologna e sostenuta da CLAI Imola e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola.

 

Si comincia sabato 30 aprile - L’edizione 2023 sarà inaugurata sabato 30 aprile, a partire dalle ore 15, presso il Parco delle Acque Minerali, un luogo simbolico per una manifestazione che vide la luce proprio in questo meraviglioso spazio verde della Città. Un’inaugurazione pensata come un momento di festa, un’occasione per godere a pieno di uno degli spazi verdi più belli della città di Imola; sarà un pomeriggio all’insegna dello spettacolo, della musica e delle attività all’aria aperta. Darà inizio “alle danze”, nel vero senso del termine, il Gruppo Canterini e Danzerini Romagnoli Turibio Baruzzi APS di Imola. A seguire, lo spettacolo musicale itinerante “La magia dei pavoni”, quattro perfomer indosseranno bellissimi costumi ispirati a pavoni muovendosi a ritmo di musica accompagnate da un musicista dal vivo. Sarà presente anche l’Associazione Giocathlon che proporrà attività per bambini e bambine di tutte le età, un modo per scoprire le numerose iniziative proposte dall’Associazione stessa e per passare uno splendido pomeriggio divertendosi.

Per tutto il mese di maggio, la Biblioteca comunale di Imola si vestirà di verde, grazie alla mostra “Il verde su carta”, un percorso espositivo, a cura dell’Archivio storico comunale, che presenterà alcuni documenti e disegni storici relativi ad aree verdi della città: i giardini di S. Domenico, una delle prime aree verdi pubbliche nel centro della città e il Parco delle Acque minerali, realizzato fuori le mura, i giardini e le aree verdi degli ospedali psichiatrici di Imola, il Lolli e l’Osservanza. Sul sito della BIM sarà inoltre consultabile un percorso bibliografico di testi disponibili per il prestito.

 

Informazioni generali per la partecipazione: gli appuntamenti sono ad ingresso gratuito se non diversamente segnalato. La prenotazione è obbligatoria, ove segnalato. I posti sono limitati, vi invitiamo a prenotare quanto prima per essere sicuri di non perdere nessuna delle splendide attività organizzate per questa edizione così speciale.  Per non perdere nessuna delle iniziative in programma, e  per avere maggiori informazioni, vi invitiamo a consultare la pagina dedicata alla manifestazione su Agenda Cultura o sulla pagina Facebook Comune di Imola – Cultura.

Per informazioni: 0542 602300 attivita.culturali@comune.imola.bo.it

 

Le visite guidate - Una prima occasione per scoprire la Città, le visite guidate, organizzate per valorizzarne i più simbolici spazi verdi. L’Associazione Arte.Na condurrà un ciclo di passeggiate nel verde dal titolo “Il bosco in città”: le prime colline che abbracciano la nostra città accolgono due maestosi parchi, inestimabili riserve verdi da esplorare e da vivere. Ma i parchi cittadini custodiscono anche tracce e testimonianze del lontano e recente passato di Imola. Due percorsi guidati tra Storia e Natura condurranno i visitatori ad ammirare e conoscere lo splendore del paesaggio e a riscoprire le radici della nostra città. Domenica 7 maggio alle ore 10.30 sarà l’occasione per scoprire Parco Tozzoni: il prezioso dono dei Conti Tozzoni si rivela nello splendore ombroso dei suoi viali che serpeggiano tra alberi secolari e prati trapunti di fiori. Una passeggiata che apre il respiro e la mente, in immersione totale nella natura. Un ritorno al passato recente di Imola, che racconta il legame indissolubile della città con il territorio che la nutre e la circonda. Domenica 14 maggio sarà la volta del Parco delle Acque minerali (dalle ore 10.30): una visita per ripercorrere le tappe della sua creazione e le peculiarità degli alberi e delle specie che custodisce. Un tuffo nel passato, alle radici geologiche e preistoriche della nostra città, da leggere tra i sentieri scoscesi, dal fiume Santerno, al monte Castellaccio.

Infine, “Il verde dove non te lo aspetti”, una visita naturalistica nelle corti interne dell’Ospedale di Santa Maria della Scaletta ed Ex Lolli, in programma venerdì 12 maggio, alle ore 17.30. Sarà necessario prenotare per questi tre appuntamenti: attivita.culturali@comune.imola.bo.it – 0542 602300.

 

Le “Passeggiate filosofiche” -Tornano, le “Passeggiate filosofiche” a cura di Gianmaria Beccari, un primo incontro è in programma mercoledì 10 maggio alle ore 18.30 presso il Parco delle Acque minerali (ingresso via Kennedy). “Dire tu alla natura”: troppo spesso trascuriamo il nostro corpo nelle riflessioni, ci dimentichiamo delle relazioni che ci radicano nel mondo vivente (animale, vegetale, umano…) e che ci costituiscono. Ecco dunque l’invito ad una filosofia ecologica che possa suggerirci sentieri per muoverci verso un pensiero che includa sempre più nel proprio intimo le alterità incontrate. Con Gianluca De Fazio (ricercatore e docente di filosofia presso l’UniBo) e Gianmaria Beccari (insegnante di filosofia e metodo Feldenkrais®). La durata sarà di un’ora e mezza, la prenotazione obbligatoria (3490774117, passeggiate.filosofiche@gmail.com) e sarà richiesta un’offerta libera. L’iniziativa si svolgerà anche in caso di pioggia, presso il padiglione situato accanto all’ingresso di via Kennedy del Parco delle Acque Minerali. Il secondo appuntamento invece, sarà in programma mercoledì 24 maggio alle ore 18.30 presso il Cimitero monumentale del Piratello (ritrovo presso il parcheggio accanto alla via Emilia). “Dire tu al divino”: Passi silenziosi e consapevoli in un meraviglioso “luogo d’attesa”, per imparare a cogliere i volti nella luce del Volto, e nelle voci il vibrare della Voce. Con Giorgio Sgubbi (filosofo e teologo) e Gianmaria Beccari. La durata sarà di un’ora e mezza, la prenotazione obbligatoria (3490774117, passeggiate.filosofiche@gmail.com) e sarà richiesta un’offerta libera. L’iniziativa si svolgerà anche in caso di pioggia, presso la chiesa del santuario della Beata Vergine del Piratello.

 

Tra i grandi alberi del Piratello - Il Cimitero monumentale del Piratello sarà protagonista anche di un secondo appuntamento, sempre molto apprezzato dai cittadini e dai visitatori, una visita guidata a cura di ANPI Imola e Cidra. “Tra i grandi alberi del Piratello – Le personalità che si sono occupate di ambiente”, in programma sabato 6 maggio alle ore 14.30. Il percorso guidato seguirà lo sviluppo architettonico del cimitero dall’apertura alle ultime realizzazioni con individuazione delle essenze notevoli ancora presenti e delle sepolture di personalità che per vari aspetti (legislativo, geologico, sociale) si sono occupate di sviluppo ambientale. Le modifiche anche profonde dell’ambiente naturale di un luogo spesso avvengono con interventi antropici notevoli, ma poi il costruito e la vegetazione insieme creano un nuovo ambiente. Ripercorreremo la storia evolutiva del cimitero di Piratello sia nella parte monumentale che nella più recente, durante il percorso verrà messo in luce l’aspetto botanico insieme a quello architettonico. Lo sviluppo del percorso comprende le sepolture di personaggi notevoli per lo sviluppo del concetto odierno di ambiente. Alcuni esempi: Scarabelli, Pasolini dall’Onda, Codronchi, Marabini Andrea, Azzi. Con Daniela Martelli e Marco Pelliconi. I posti sono limitati e le prenotazioni obbligatorie: attivita.culturali@comune.imola.bo.it – 0542 602300. Il Cimitero monumentale del Piratello fa parte, insieme ad oltre 180 membri, di 22 Paesi diversi, della Association of Significant Cemeteries in Europe, la rete europea che si occupa di cimiteri considerati di importanza storica o artistica al fine di promuoverli come parte fondamentale del patrimonio dell’umanità.

 

Con Clai, ecco gli appuntamenti in Villa - CLAI, prezioso sponsor della manifestazione da tanti anni, aprirà le porte di Villa La Babina, in occasione dei weekend della manifestazione organizzando visite guidate accompagnate da interventi musicali e momenti di degustazione. Sabato 6 maggio, alle ore 15, “Una passeggiata in villa… con racconto”: visita al parco della villa di tipo paesaggistico romantico, immerso nella campagna alle porte del borgo di Sasso Morelli, fondato dall’architetto Cosimo Morelli nell’ultimo quarto del settecento. Villa La Babina è la porta d’ingresso all’azienda agricola e al salumificio della cooperativa CLAI, ed è parte del network Grandi Giardini Italiani. Presso la Sala Polivalente sarà proposto un aperitivo letterario musicale in collaborazione con Nuova Scuola di Musica Vassura Baroncini di Imola; interverrà Claudio Zappi (sax solo), con un omaggio a John Coltrane. Inoltre Gabriella Pirazzini converserà con Katia Dal Monte autrice di Naima (Giraldi, 2022): “Sasso Morelli, la sua piazza, il suo palazzo, la Madonna di Cantalupo e l’incursione nel jazz di John Coltrane. Parole, musica e immagini dalla Romagna agli States.” Letture a cura di Monica Signani. Sabato 13 maggio, alle ore 15, “Una passeggiata in villa… percorso romantico”: visita al parco della villa, immerso nella campagna alle porte del borgo di Sasso Morelli, porta d’ingresso all’azienda agricola e al salumificio della cooperativa CLAI. Il parco di tipo paesaggistico romantico, presenta le caratteristiche dei parchi ottocenteschi delle dimore signorili della pianura bolognese. Una suggestiva quinta verde costituita tra l’altro da esemplari secolari di Farnia e Leccio e un Olmo ciliato monumentale, due maestosi Cedri dell’Atlante e siepi con collezioni di rose e ortensie e peonie. Villa La Babina è parte del network Grandi Giardini Italiani. Presso la Sala Polivalente, aperitivo musicale in collaborazione con Nuova Scuola di Musica Vassura-Baroncini di Imola; interverrà la Vassura Baroncini Brass Band. Sabato 20 maggio, alle ore 15, “In nome della rosa”: visita guidata e, a seguire, presso la Sala Polivalente aperitivo musicale in collaborazione con Nuova Scuola di musica Vassura-Baroncini di Imola; interverrà la Vassura Baroncini Open Band con Bardh Jakova. Ultimo appuntamento, sabato 27 maggio, “Una passeggiata in villa… alberi secolari e fiori di rosa”: visita al parco della villa, e, a seguire, presso la Sala Polivalente aperitivo musicale in collaborazione con Nuova Scuola di musica Vassura-Baroncini di Imola; interverrà Bardh Jakova, fisarmonica solista. Gli eventi saranno a pagamento e la prenotazione via mail obbligatoria: segreteria@clai.it.

 

Alla scoperta dei giardini privati - L’Associazione culturale “Nel giardino, nella natura” rinnova la propria collaborazione con il Comune di Imola, rendendosi disponibile ad aprire alla città alcuni piccoli giardini privati contemporanei del territorio, grazie alla generosità di alcuni soci. I visitatori dei piccoli giardini contemporanei saranno guidati dagli appassionati proprietari-giardinieri che ne racconteranno la storia e l’evoluzione, le scelte progettuali, le combinazioni delle piante nelle aiuole, e tutti i dettagli che hanno condotto alla realizzazione dei propri giardini. È necessaria la prenotazione presso la segreteria dell’azienda CLAI che si ringrazia per la collaborazione (segreteria@clai.it). Le visite si effettueranno, le domeniche mattina dalle ore 10 alle ore 12, secondo questo calendario: domenica 7 maggio “Le piante grasse”, giardino di città di Renata e Leonardo (via Tinti 2/a); domenica 14 maggio “Il giardino di Aurora”, giardino di Luciano, appassionato giardiniere (via S. Anna, Medicina); domenica 28 maggio “Il giardino di S. Giovanni nuovo”, di Franca (via Morine 13/e).

 

Il Giardino Storico del Palazzo Vescovile di Imola - Il Museo diocesano accoglierà, cittadini e visitatori all’interno del proprio, meraviglioso, giardino: Il Giardino Storico del Palazzo Vescovile di Imola, aperto al pubblico a maggio 2021 dopo un lungo restauro, sarà il protagonista di due visite guidate. I visitatori potranno immergersi in due percorsi guidati alla scoperta delle oltre 1500 piante tra agrumi, rose, peonie e ortensie che ospita l’antico giardino, splendidamente decorato dai colori e dai profumi della primavera. Gli eventi saranno seguiti da una degustazione di tisane naturali a base di fiori. Le visite di svolgeranno sabato 6 maggio (un turno la mattina, uno il pomeriggio), i posti sono limitati e la prenotazione obbligatoria (museo@imola.chiesacattolica.it – 339 9782548).

 

Alla scoperta del Bosco della Frattona - Numerose le attività proposte dal CEAS, Centro di Educazione alla Sostenibilità, che condurrà alla scoperta della Riserva naturale del Bosco della Frattona per scoprire i numerosi abitanti che lo popolano, di giorno, ma anche durante la notte! Gli appuntamenti si svolgeranno su tutto il mese di maggio (sabato 6 maggio, 27 maggio, 2 giugno e 8 giugno); le attività sono gratuite e la prenotazione obbligatoria (bosco.frattona@comune.imola.bo.it). Giovedì 25 maggio alle ore 16.45 si svolgerà il laboratorio “Facciamo un erbario”: un pomeriggio da botanico per raccogliere, riconoscere, seccare e conservare erbe e fiori, come fanno da secoli gli studiosi delle piante (prenotazione obbligatoria: ceas@nuovocircondarioimolese.it).

 

La rassegna, come ogni anno, sarà arricchita dai numerosissimi spunti di riflessione e attività proposti da Enti, Associazioni che hanno risposto numerosi alle sollecitazioni da parte del Comune: Università Aperta, Università di Bologna, sede di Imola con i preziosi contributi dei Proff. Maria Grazia Bellardi e Moreno Daini, Serra San Giuseppe (che propone numerose attività per scoprire i propri spazi), Montecatone Rehabilitation Institute, il Gruppo di promozione culturale Spazio-Tempo APS, Scuola dell’infanzia S. Giovanni Bosco, Circolo Arci Estro, AUSL Imola, Associazione Insieme per un futuro migliore, Frantoio Valsanterno, Istituto Comprensivo n. 7 di Imola, Associazione Scarabelli.

 

 

Anteprima Baccanale - Per tutto il mese di maggio sarà nuovamente allestita, in Piazza Gramsci, la mostra “Imola ripiena” realizzata da Elisa Lanconelli per l’edizione 2022 del Baccanale: dieci foto illustrate che raccontano Imola ed i suoi luoghi più simbolici mettendo in evidenza le molteplici sfaccettature della città e il talento dell’artista che ha realizzato l’opera. 

Maggio è un mese denso di appuntamenti, uno fra tutti Anteprima Baccanale, un primo “assaggio” del tema scelto per l’edizione 2023: mediterraneo. Nell’ultimo weekend del mese di maggio (venerdì 26, sabato 27 e domenica 28) piazza Matteotti diventerà infatti il centro intorno al quale si svilupperanno incontri, laboratori, degustazioni ed eventi che serviranno per presentare, anticipare quanto accadrà poi in autunno.

 

Documento in formato Adobe AcrobatScarica il manifesto (541 KB)

 

 

Fonte: Ufficio stampa Comune di Imola
e-mail: vinicio.dallara@comune.imola.bo.it 

 
 
Data di pubblicazione: 26-04-2023