Teatro Laura Betti di Casalecchio di Reno, presentata la stagione 2022/23

Dal teatro civile alla musica, dalla grande prosa al teatro di ricerca, il sipario si apre il 18 novembre

L'Angelo della Storia by Sotterraneo ph. Giulia di Vitantonio courtesy Inteatro festival6
 

Si parte il 18 novembre con un’opera di teatro civile inserita nel cartellone di Politicamente scorretto, la celeberrima rassegna del Comune di Casalecchio di Reno, Cosa nostra spiegata ai bambini, scritto da Stefano Massini, per la regia di Sandra Mangini, portato in scena da Ottavia Piccolo con le musiche dal vivo dell’Orchestra Multietnica di Arezzo.
Si apre così la stagione multidisciplinare del teatro “Laura Betti” di Casalecchio di Reno che propone nove spettacoli, dall’autunno avanzato fino a primavera 2023. La gestione, per il settimo anno, è affidata a ATER Fondazione.
Il 26 novembre la stagione continua con la musica dell’Orchestra creativa dell’Emilia-Romagna, un ensemble modulare diretto da Fabrizio Puglisi, che presenta Afrikanae e vedrà ospiti sul palco Dudu Kouaté dal Senegal e Kalifa Konè dal Mali per una serata all’insegna del divertimento e della buona musica.
Il 17 dicembre appuntamento con il circo contemporaneo e il teatro danza con il nuovo lavoro della compagnia blucinQue, in coproduzione con la Fondazione Cirko Vertigo, Gelsomina Dreams, omaggio poetico al personaggio felliniano in cui danzatori e acrobati si libreranno nell’aria mossi dai sogni di Gelsomina.
Il 10 febbraio a teatro approda la vicenda di Giulio Regeni nel nuovo lavoro di Babilonia Teatri prodotto dal Metastasio di Prato, si intitola Giulio meets Ramy/Ramy meets Giulio.
Il 25 febbraio omaggio al grande Cesare Pavese con la prima nazionale di La Luna e i falò di Luigi D’Elia, uno dei narratori più importanti dell’ultima generazione.
Il 16 marzo spazio alla danza internazionale con Hold your Horses della compagnia olandese De Dansers. Lo spettacolo, in coproduzione con il Theater Strahl di Berlino, è in realtà un concerto danzato, con Guy Corneille e sei giovani danzatori. Pensato per un pubblico giovane (+14 anni), il lavoro è sostenuto dal Dutch Performing Art Fund e rientra in un progetto di promozione del nuovo teatro e della nuova danza olandesi destinati alle giovani generazioni, che nel 2023 porterà in Italia e nei nostri teatri, diverse tra le migliori produzioni olandesi.
La stagione prosegue il 25 marzo con Every Brilliant Thing, la brillante autobiografia teatrale dello scrittore britannico Duncan Macmillan, portata in scena in Italia da Filippo Nigro, tra gli attori preferiti da Ozpetek, che ne firma anche la regia assieme a Fabrizio Arcuri.
Maria Paiato sarà in scena il 13 aprile con Mariangela Granelli e Ludovica D’Auria in Boston Marriage, un testo di David Mamet, premio Pulitzer 1984 e più volte nominato agli Oscar per le sue sceneggiature, scritto a cavallo del millennio ma ambientato a fine Ottocento, con protagoniste due dame e il loro rapporto amoroso.
Chiude la stagione, il 27 aprile, L’angelo della storia, visionaria rilettura del saggio Angelus Novus del filosofo Walter Benjamin ad opera della compagnia Sotterraneo. Come l’angelo del quadro di Klee di cui racconta il filosofo tedesco, il Sotterraneo prova a volare su aneddoti storiografici ed eventi passati con lo sguardo fisso, la bocca spalancata e le ali aperte, in segno di stupore.

Il 31 dicembre, per aspettare il nuovo anno, torna il Capodanno di Comunità, accompagnati dal duo circense Nando e Maila che hanno inaugurato insieme ad ATER la nuova tradizione della notte di San Silvestro a teatro ben sette anni fa.
La rinnovata collaborazione con il Centro Diego Fabbri di Forlì porta a Casalecchio di Reno per la stagione 2022/2023 il progetto Teatro no Limits che garantisce l’accessibilità da parte degli spettatori con disabilità visiva. Saranno audiodescritti gli spettacoli Gelsomina Dreams il 17 dicembre e Boston Marriage il 13 aprile.

Tutti gli spettacoli iniziano alle 21, i biglietti interi costano 15 euro, eccetto lo spettacolo del 31 dicembre, per il quale il biglietto costa 25 euro. Sono previste diverse formule di abbonamento, con costi variabili: l’abbonamento a tutti e nove i titoli costa 100 euro, il carnet libero a sei titoli costa 78 euro. Previsto anche un abbonamento speciale per under 29 e per famiglie con figli e figlie adolescenti: si chiama “Generazioni a teatro”, comprende 5 spettacoli (Giulio Meets Ramy, La luna e falò, Hold Your horses, Boston Marriage, L’angelo della Storia) e costa 35 euro.
Le informazioni per biglietti e abbonamenti sono disponibili sul sito Teatro comunale Laura Betti

 
 
Data di pubblicazione: 05-10-2022
Data ultimo aggiornamento: 05-10-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy