Un museo di Urban Art a cielo aperto all'Interporto di Bologna

Svelata la più grande opera d'arte urbana in Italia: Panorama vibrante di Joys

Foto: Joys_-_Panorama_Vibrante_- credit_Andrea_Martiradonna
 

È stata realizzata sulla facciata di un edificio per la logistica e occupa 2.000 metri quadrati di superficie, pari a 5 campi da pallacanestro: “Panorama vibrante”, dell’artista italiano di fama internazionale Joys, è l’opera d’arte urbana più grande d’Italia ed è stata realizzata all’Interporto di Bologna su commissione di Prologis.
L’opera murale di Joys costituisce insieme ad altri tre grandi lavori realizzati dagli artisti Moneyless, Etnik e Zed1, il nucleo di quello che in futuro potrà diventare un vero e proprio museo di urban art a cielo aperto fruibile 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.
L’arte urbana si sta affermando come uno degli strumenti di trasformazione di città e luoghi, frutto di commissioni pubbliche o private, il suo linguaggio contribuisce a migliorare la percezione degli spazi, spesso invitando i cittadini a riflettere su temi di attualità.
Le opere realizzate all’Interporto di Bologna si inseriscono in questo contesto e si pongono l’obiettivo di rendere i grandi spazi e magazzini luoghi più confortevoli ed esteticamente appaganti per quanti vi lavorano, promuovendo la socializzazione, la condivisione, diventando dei generatori di comunità.

 
 
Data di pubblicazione: 29-09-2023
Data ultimo aggiornamento: 29-09-2023
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy