Tracce e idee per la sostenibilità, si è conclusa la seconda edizione del concorso per le scuole

I tre video finalisti sono: una biblioteca itinerante ad Alto Reno Terme, la riqualificazione dell'ex Casaralta a Bologna e un itinerario accessibile a Castel San Pietro


Si è conclusa martedì 31 maggio, con la premiazione dei primi tre classificati, la seconda edizione del Concorso di idee per lo sviluppo sostenibile. I finalisti sono stati selezionati da una Commissione di esperte tra le 11 idee progettuali che hanno superato la prima fase del concorso.

“Un libro in compagnia. La Biblioteca diffusa” nei parchi del Comune di Alto Reno Terme (I.I.S. MONTESSORI – DA VINCI), “Intersosteniamoci” (CEFAL Emilia-Romagna) e “In cammino insieme per lasciare una traccia” ISS BARTOLOMEO SCAPPI, sono i tre video-racconti premiati da Daniele Ruscigno, rispettivamente con 2.000, 1.200 e 800 euro (importi che gli istituti potranno destinare a nuovi progetti di sostenibilità).

Protagonisti della mattinata sono stati i ragazzi e le ragazze che hanno occupato gli scranni della Sala del Consiglio di Palazzo Malvezzi, insieme al consigliere metropolitano a Scuola e Istruzione, Daniele Ruscigno, Gaetana De Angelis dell’Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio V - Ambito territoriale di Bologna, Giovanni Mori, attivista di Fridays For Future, al giornalista Federico Taddia, moderatore della giornata e a Radio Immaginaria, da sempre in prima linea sulle tematiche ambientali.

Per l’edizione 2021/2022 è stato chiesto ai giovani e alle giovani delle classi terze e quarte degli Istituti Superiori di II grado di progettare e realizzare un breve video, della durata massima di 5 minuti e di immaginare un “itinerario dei luoghi sostenibili” nel territorio metropolitano bolognese e di continuare ad approfondire il tema dello “sviluppo sostenibile” e a rafforzare il rapporto con l’ambiente, con le risorse e con le diversità naturali e socioculturali del territorio.

Oltre alla cerimonia dedicata ai protagonisti dell’edizione 2021-22 del concorso, sono stati premiati anche i progetti finalisti dell’edizione 2019-20 che, a causa dell’emergenza sanitaria, avevano ottenuto il riconoscimento “a distanza”.

Il concorso “Tracce e idee per la sostenibilità” è promosso dalla Città metropolitana di Bologna in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio V – Ambito Territoriale di Bologna e rivolto agli Istituti secondari di secondo grado.

“Promuovere la consapevolezza dei giovani e delle giovani sui temi della sostenibilità ambientale, economica e sociale – ha sottolineato Daniele Ruscigno - rappresenta una delle principali sfide per la nostra comunità: nei prossimi anni saremo tutti chiamati ad agire sempre più facendo riferimento ai 17 obiettivi dell’Agenda ONU 2030. E i protagonisti in prima linea di questa “missione per il futuro” saranno proprio gli studenti e le studentesse di oggi, ai quali la Città metropolitana e tutto il sistema dell’educazione e della formazione sono impegnati a fornire strumenti per orientarsi, con spirito critico e consapevole, tanto nel mondo della scuola quanto negli altri contesti della quotidianità”.

Gli 11 progetti presentati:

Istituto Arcangeli: “B&CO, Bologna ecologica e cooperativa”

Itinerario fruibile sia da altri studenti delle scuole, sia da altri potenziali fruitori interessati. Si snoda a Bologna e nella prima collina. Lo spazio pubblico proposto per il progetto di riqualificazione è il Parco Rodari di Casalecchio di Reno con progetti di mobilità sostenibile, ideazioni di luoghi di incontro e valorizzazione della biodiversità.

Istituto SCAPPI: “Alla riscoperta del tesoro. Un itinerario sostenibile a Monghidoro e dintorni”

Monghidoro diventa il centro intorno a cui si snoda questo progetto di sostenibilità in un’ottica di riscoperta e salvaguardia della biodiversità a partire dai campi intorno al paese dove sono stati reintrodotti i grani antichi.

Partendo da una passeggiata che costeggia i campi dei grani alti, ognuno con il suo colore caratteristico e distintivo, il sentiero costeggia un ruscello e continua tra i castagni. É qui che sorgono i mulini ad acqua, dove veniva macinato il grano. Il percorso continua verso il paese, con una fermata al Museo della Civiltà Contadina, per poi proseguire fino al forno e assaggiare i prodotti di questa terra.

CNOS-FAP: B(i)olognina in tour. Un percorso in bici all’interno del quartiere Bolognina-Navile che propone un progetto per il Cortile della Biblioteca Casa di Khaoula

ARRIGO SERPIERI: Biodiversità lungo il canale Navile

L’idea progettuale è la creazione e il consolidamento, di un percorso didattico naturalistico che riporti l’attenzione del visitatore al paesaggio rurale che ha contraddistinto il territorio nel corso dei secoli passati.

Questo itinerario si collega a quello “lungo il corso del Canale Navile” e al sito dell’Oasi dei Saperi e all’Istituto Agrario Serpieri per approfondire alcune tematiche naturali legati alla vita che un tempo circondava il canale

CIOFS: Il Canale Navile. 800 anni di energia

Il Navile come spazio di unione fra territori molto diversi fra loro attraverso le immagini che vedono gli studenti che arrivano alla sede dell’Istituto in bici, partendo un gruppo dal territorio fra Funo e Malalbergo, un altro gruppo. Il racconto del territorio attraverso 3 tappe: Ponte del Vignola, Sostegno del Battiferro, Sostegno di Corticella

SCAPPI – In cammino insieme per lasciare una traccia

L’itinerario si snoda a Castel San Pietro Terme in 4 luoghi outdoor non a pagamento: Giardino degli Angeli Viale delle Terme e Fonte Fegatella, Ex Fornace Pirotti, Laghetto Scardovi, Parco Lungo Sillaro, Orto in Condotta di Slow food dell’Istituto. Attenzione ai turisti con esigenze speciali. Il progetto propone la riqualificazione del parcheggio sul quale si affaccia la Fornace e che dà accesso al Laghetto Scardovi.

PAOLINI CASSIANO: A spasso per Imola

L’itinerario è studiato all’interno di piste ciclabili e pedonali esistenti, quindi in completa sicurezza, ed è allo studio lo sviluppo, da parte degli studenti dell’istituto, di una app geo referenziata per i turisti con QR code da consultare durante il percorso.

CEFAL – Intersosteniamoci

Creazione di una mappatura di Bologna sostenibile per tipologia di richiesta da parte di due ipotetici personaggi (un bolognese e uno straniero): lavoro, sanità, scuola, servizi per anziani, handicap, giovani, bambini, stranieri, associazionismo, turismo ecosostenibile e trasporti, commercio equo-solidale e biologico ecc.. Riqualificazione dell'ex azienda meccanica Casaralta, che diverrebbe luogo materiale e virtuale delle risposte sul vivere in una Bologna sostenibile.

MANFREDI – TANARI: L’Inferno dantesco sostenibile

In questo progetto gli studenti della classe si cimentano nel ruolo di guide turistiche per un tour dei luoghi della città legati al Padre della lingua italiana, Dante Alighieri.

CADUTI DELLA DIRETTISSIMA –  I luoghi della nostra storia

Percorso fra i boschi di castagno, faggio e abete del territorio che collegano Ca’ di Landino al Santuario della Beata Vergine delle Grazie di Bocca di Rio (sentiero CAI 005 e CAI 013).

I.I.S. MONTESSORI DA VINCI - Un libro in compagnia. La “Biblioteca diffusa” nei parchi del Comune di Alto Reno Terme

L’itinerario ha la finalità di riscoprire e far scoprire l’identità culturale di Porretta e del suo Comune, valorizzando la linea ferroviaria Porrettana, i parchi come spazio verde di condivisione e socialità, e lo scambio di libri, come strumento formativo e di comunicazione (anche inter-culturale). Il target a cui è rivolto è quello dei bambini delle elementari, da coinvolgere in iniziative periodiche di lettura e socialità, organizzate dai ragazzi delle superiori. Il centro dell’itinerario è il Parco Rufus Thomas, teatro del Porretta Soul Festival, che vorrebbe essere il motore trainante per la riqualificazione degli altri parchi del Comune, coinvolti dalle iniziative della Biblioteca diffusa.

Il video delle 11 proposte di itinerari https://www.youtube.com/watch?v=ZYx79bxzBuM

I tre video vincitori

 

 
 
Data di pubblicazione: 31-05-2022
Data ultimo aggiornamento: 03-06-2022
 
 
La tua iscrizione non pu˛ essere convalidata.
La tua iscrizione Ŕ avvenuta correttamente.

Iscriviti alla newsletter settimanale "Bologna metropolitana" 

 Il tuo indirizzo email viene utilizzato unicamente per permettere l'invio della  newsletter della CittÓ metropolitana di Bologna. Puoi disiscriverti in  qualsiasi momento usando il link incluso in ogni email.  Privacy